L'Archivio Luigi Bartolini
 
Alberto Manfredi/Edmond De Goncourt
ANFITEATRO BESCAPÈ

 
(Alberto Manfredi) Edmond De Goncourt, ANFITEATRO BESCAPÈ. Milano, Cerastico 1976
Da “I fratelli Zemganno” interpretato da quattro acqueforti in bianco e nero di Alberto Manfredi. In Folio (cm. 54x33), Pagg. 20, a fogli sciolti e tagliati, più – sempre sciolte – quattro cartelline passe-partout contenenti ognuna un’acquaforte numerata e firmata, tirata su carta Fabriano leggera e incollata, il tutto entro cartella in mezza pelle e cartone rossi con titoli in oro al dorso. Edizione di 75 esemplari numerati impressa (per i testi) da Bruno Fusetti su carta a mano eseguita appositamente da Filicarta, rilegatura di Mario Rigoldi.
Le incisioni:
Cavallo al circo, 1960, mm. 171x106;
Tre donne sedute al caffè, senza data, mm. 145x105;
Il camerino della ballerina, 1960, mm.  182x95;
Tre donne in piedi al caffè, senza data, mm. 140x109
Da Fabrizio Dall’Aglio, Manfredi illustratore, Passigli 1991


Alberto Manfredi, Anfiteatro Bescapè, FrontespizioAlberto Manfredi, Anfiteatro Bescapè, 2, Il camerino della ballerina
Alberto Manfredi, Anfiteatro Bescapè, 3, Tre donne in piedi al caffèAlberto Manfredi, Anfiteatro Bescapè, 4, Tre donne sedute al caffè
Alberto Manfredi, Anfiteatro Bescapè, 5, Cavallo al circo



 
 
 
  Site Map